martedì 3 maggio 2011

Diritto di Cronaca

La cronaca degli avvenimenti più macabri è diventata la nuova specializzazione dei media, forse perché gli spunti della politica e dell'economia non sono più così interessanti, o forse perché viviamo questo periodo di degrado morale e sociale alimentandoci di ossessioni e realtà parallele.
Non c'è giornale o canale televisivo che non dedichi più spazio ai fatti di cronaca, specialmente nera, che al problema del lavoro, della crisi economica sempre più strutturale, delle organizzazioni criminali come la mafia insomma di tutti quegli argomenti che necessitano di un dibattito che coinvolga il maggior numero di parti sociali.
Invece assistiamo al triste teatrino e agli scioccanti salotti imbottiti di detective e criminoligi per un giorno, che soddisfano le domande sempre più invadenti ed ossessionanti dei conduttori, che gettano al branco sbavante degli spettatori ogni pezzettino della vittima per mantenere sempre alto il loro appetito.
I mass media si confermano mezzi di distrazione di massa, continuando a disattendere il loro compito di informazione ed approfondimento finalizzati ad un agire coscienzioso e meno confuso della società civile.

Questo blog partecipa a http://www.fainotizia.it/

Nessun commento:

Posta un commento