venerdì 27 maggio 2011

Mutui per liquidità: le offerte di maggio 2011

In questo post analizziamo insieme le offerte dei mutui per liquidità, aggiornate a maggio 2011, determinabili con il preventivatore di Mutuionline.
Per mutuo per liquidità si intende quel finanziamento a medio-lungo termine finalizzato all'ottenimento di una somma di danaro non necessariamente finalizzata all'acquisto o alla ristrutturazione di una casa, ma che richiede come garanzia oltre un reddito dimostrabile, anche una ipoteca su un immobile di proprietà.

Le condizioni poste nella simulazione sono le seguenti:
1) Mutuo finalizzato all'ottenimento di una somma di denaro non necessariamente destinata all'acquisto o alla ristrutturazione dell'abitazione;
2) Richiedente: dipendente di 35 anni, con 1.300 € di stipendio netto mensile;
3) Mutuo da richiedere: 100.000 € per una durata di 30 anni; Valore della casa: € 200.000.

Sull base delle ipotesi suddette vediamo i risultati ottenuti, in separate tabelle, per i mutui a tasso: variabile; variabile con CAP e Fisso.
I risultati delle tabelle sono ordinati per TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale, da non confondere col TAN che è invece il Tasso Annuo Nominale dei soli interessi)


1) Mutuo a Tasso Variabile per liquidità: la caratteristica di questa tipologia di mutuo è la variabilità del tasso, determinata dall'indice di riferimento che può essere l'Euribor ad 1 mese o a 3 mesi, o il Tasso BCE. Il tasso BCE subisce minori variazioni nel tempo rispetto all'Euribor, e le banche fanno scontare questa maggiore "stabilità", applicando uno spread superiore.


Istituto di creditoDenominazione MutuoRata Mensile(€) Istruttoria (€)Perizia (€)TANTAEG
ING DIRECTMUTUO ARANCIO LIQUIDITÀ TASSO VARIABILE € 410,890,000,00 2,80% (Euribor 1M + 1,55%)2,84%
BNL - GRUPPO BNP PARIBASMUTUO VARIABILE € 412,60850,00250,00 2,83% (Euribor 1M + 1,60%)3,01%

2) Mutuo a Tasso Variabile CAP per liquidità: Questa tipologia di mutuo si caratterizza per la fissazione di un tetto massimo (detto CAP) al tasso variabile. Questa garanzia, ovviamente, si sconta con una rata superiore rispetto ad un tasso variabile "puro". In questo caso è utile valutare, oltre al Taeg, anche il CAP, in quanto più quest'ultimo è basso, più si è garantiti da eventuali aumenti nei tassi.
Al momento non sono disponibili offerte di mutui a tasso variabile Cap per liquidità, attraverso il network di mutuionline, sulla base delle condizione da noi poste nella simulazione.

3) Mutuo a Tasso Fisso per liquidità: Questa tipologia di mutuo si caratterizza per la fissazione, all'atto della stipula, del tasso di interesse, che rimane invariato per tutta la durata del finanziamento. La differenza tra la rata di un mutuo a tasso fisso e quella di un mutuo a tasso variabile possiamo considerarla come "il premio" da pagare per fissare un tasso, mentre la differenza tra la rata di un mutuo a tasso variabile CAP e quella di un mutuo a tasso variabile "puro" come il premio da pagare per garantire che il tasso variabile non salga oltre un certo limite (CAP).


Istituto di creditoDenominazione MutuoRata Mensile(€) Istruttoria (€)Perizia (€)TANTAEG
BNL - GRUPPO BNP PARIBASMUTUO SPENSIERATO € 542,95850,00250,00 5,10% (Tasso finito)5,39%
ING DIRECTMUTUO ARANCIO LIQUIDITÀ TASSO FISSO € 554,060,000,00 5,28% (IRS 30A + 1,40%)5,41%

Queste tre tabelle sono il risultato della simulazione fatta sulla base delle ipotesi indicate ma che rispecchiano in maniera sufficientemente rappresentativa l'offerta del mercato.



Andando sul sito di Mutuionline oppure chiamando il numero verde 800 99 99 95, sarà possibile ottenere un preventivo personalizzato e richiedere un primo giudizio di fattibilità.

Per leggere gli altri post sul tema mutui, cliccare sul link che segue:

POST ARGOMENTO MUTUI - Clicca QUA

Cerca nel Blog con Google

Nessun commento:

Posta un commento