domenica 1 maggio 2011

Vita in cui credo

Scorre a volte lentamente
nel suo letto dirompente
gocce in cielo ad ogni sasso
un segno in fondo ad ogni passo

Si ferma a volte di sorpresa
nel bel mezzo di una discesa
col fiato corto e il viso bianco
con mani inerti e polso stanco

Riprende in men che non si dica
il suo percorso di fatica
lo sguardo avanti a cercar vittoria
le immagini limpide nella memoria

E pianta un fior ad ogni tappa
illumina il sentiero sulla mappa
accarezza il piede e il suo dolore
sorseggia la linfa per sentirne il sapore

Nessun commento:

Posta un commento