sabato 4 giugno 2011

Marchionne capriccioso: "l'Italia cambi atteggiamento"...ma non cambi gli incentivi....quelli fanno comodo!


Continua l'atteggiamento "minatorio" dell'amministratore delegato della Fiat, preoccupato più agli incentivi al mercato dell'auto che al futuro degli operai di una fabbrica storicamente sovvenzionata da uno Stato benevolo. Nell'ultima apparizione il manager ha assicurato che la sede non sarà spostata da Torino anche se con la classica italianità e fierezza ha detto: "Quello che si è fatto negli Usa si può fare anche qui, però là ti ringraziano e qui ti insultano" ed ha concluso dicendo:"L'ITALIA CAMBI ATTEGGIAMENTO"


L'Italia risponde: "Marchionne cambi nazionalità"




Cerca nel Blog con Google

Nessun commento:

Posta un commento