lunedì 30 maggio 2011

Michele Sindona: il banchiere vicino alla Mafia e al Vaticano


Quando si parla di Michele Sindona, indirettamente la memoria va a Giorgio Ambrosoli, uomo con un tale senso dello Stato da sacrificare la sua vita, ucciso su mandato del banchiere di Patti, per aver ostacolato i suoi loschi affari.
Dal momento che in TV raramente si ha la fortuna di conoscere "i fatti", vi segnalo la puntata di Blu notte, condotta dal mitico Carlo Lucarelli.
Lo scrittore parmigiano ricostruisce scrupolosamente gli intrecci criminali tra Finanza, Mafia e Vaticano, ed il meccanismo protettivo contro chiunque ne ostacolasse il cammino. Parallelamente viene rappresentato Giorgio Ambrosoli, una di quelle persone silenziose, che quasi in ombra e con grande senso del dovere, non si è piegato e lasciato intimidire da alcuna minaccia esterna, e che ha portato avanti con disumana dignità il suo servizio allo Stato fino alla morte per mano della mafia, su mandato di Sindona.















Cerca nel Blog con Google

Nessun commento:

Posta un commento